• Home / CITTA / Reggio, il dibattito in Consiglio

    Reggio, il dibattito in Consiglio

    Il consiglio comunale è andato avanti con l’intervento del consigliere Domenico Meduri che ha sottolineato che “alla città di Reggio Calabria spetta il ruolo di guida e di concentrazione di interventi ed opre volte a potenziare le poche infrastrutture di questa parte di regione. E’ necessario individuare gli elementi portanti per dotare Reggio di nuovi servizi ed infrastrutture”.
    Il Consigliere Giuseppe Raffa si è complimentato con il collega Paolo Anghelone per aver portato all’interno del civico Consesso un ordine del giorno talmente importante. “Dovremmo usare queste somme – ha spiegato Raffa – per la realizzazione dello sviluppo del territorio attraverso opere strategiche ad ampio respiro”.
    Nuccio Barillà ha affermato l’importanza di un dialogo tra le due sponde sull’argomento dei trasporti e delle infrastrutture. “Questi fondi devono servire per un 10 per cento al risanamento ambientale ed il resto per opere prioritarie nell’ambito di tutta la regione”. Il Consigliere ha, inoltre, proposto un documento all’aula che impegnerebbe le rappresentanze al Governo nazionale, regionale e provinciale a promuovere le iniziative istituzionali più opportune per la tutela dei diritti della comunità reggina e la Giunta Comunale per il potenziamento del sistema dei trasporti tra le due sponde e per la messa in sicurezza sismica del territorio.
    “Una delegazione comunale dovrebbe partecipare al tavolo delle trattative – è il pensiero di Massimo Ripepi – sarebbe opportuno dar vita ad una proposta leale da fare al Governo nazionale. Dobbiamo indossare la maglietta amaranto come spesso afferma il sindaco Scopelliti, e dobbiamo integrarci con gli altri Enti locali”.
    Di consiglio comunale aperto ha parlato Massimo Canale ribadendo inoltre che i fondi vanno destinati ad opere infrastrutturali che meritano grande attenzione.
    Antonino Nicolò ha auspicato un accordo tra opposizione e maggioranza.
    “Ogni parte politica deve prendere degli impegni ben precisi – ha spiegato il consigliere Nicolò – solo così potremo essere davvero determinanti”. 
    (ROTO SAN GIORGIO)