• Home / CITTA / Reggio, crisi idrica. Consigliere attacca dirigente

    Reggio, crisi idrica. Consigliere attacca dirigente

    “Fin dal mese di maggio, in vista dell’imminente stagione estiva, la Giunta Scopelliti aveva provveduto ad avviare i lavori per garantire l’adeguato approvvigionamento idrico agli abitanti di Tremulini ed evitare così i disagi del periodo estivo. Un intervento che, per motivi assolutamente estranei alla volontà del Sindaco, ma evidentemente legati a problemi burocratici, non è stato possibile portare a compimento e che, quindi, sta creando numerosi problemi ai cittadini residenti in quel quartiere”.  Il consigliere comunale di An Cristoforo Purtortì interviene sulla situazione venutasi a creare nella zona nord della città e in particolare a Tremulini sottolineando “l’estrema superficialità con la quale è stato affrontato il problema da parte del dirigente settore manutenzioni e lavori pubblici e la mancata attivazione delle procedure per portare avanti un’opera che avrebbe evitato gli attuali disagi agli abitanti costretti, per la mancanza del prezioso liquido, addirittura ad utilizzare vecchi metodi di raccolta dell’acqua e, giustamente, pronti ad inscenare manifestazioni di protesta per una situazione fattasi particolarmente difficile. Non si capisce il motivo – continua Putortì – per il quale, nonostante il tempestivo intervento del sindaco Scopelliti per la risoluzione definitiva del problema prima che arrivasse l’estate, periodo notoriamente critico per l’approvvigionamento idrico, ad oggi i lavori non siano stati completati con conseguenze immaginabili in termini di mancata distribuzione dell’acqua, che stanno pagando sulla loro pelle gli abitanti della zona. Il dirigente del settore manutenzione e lavori pubblici deve fornirci le risposte adeguate ad una situazione venutasi a creare evidentemente per una valutazione superficiale del problema che andava, invece, affrontato con decisione così come nelle intenzioni del Sindaco al momento della decisione di intervenire con i lavori sulla condotta idrica. Di fronte all’emergenza e alla situazione di evidente disagio in cui si trovano tante famiglie non è possibile perdere ulteriore tempo per problemi meramente burocratici. Vengono vanificati così tutti gli sforzi fin qui fatti dall’Amministrazione Scopelliti sul fronte dell’approvvigionamento idrico in città. Chiediamo, pertanto, al dirigente che impegni maggiormente perché si provveda in tempi rapidi al completamento di tali lavori per garantire il sacrosanto diritto che hanno gli abitanti del quartiere di Tremulini ad usufruire del prezioso liquido”. (ROTO SAN GIORGIO)