• Home / CITTA / “208”, manifesto pubblico di Eraclini

    “208”, manifesto pubblico di Eraclini

    Il presidente della VI Circoscrizione-Sbarre, Giuseppe Eraclini, in un manifesto rivolto ai cittadini del quartiere ha fatto il punto sullo smantellamento della ex Caserma "Cantaffio.
    «Con il convinto sostegno di tutte le componenti del Consiglio -dice Eraclini- un obbiettivo altamente qualificante, voluto con determinazione per anni da questa presidenza, è stato raggiunto, aprendo nuove prospettive di crescita civile e di riqualificazione urbanistica per il nostro quartiere».
    Il presidente prosegue col sottolineare che «con l'intervento decisivo, costante e oculato, in prima persona, del sindaco, a cui andrà sempre la forte gratitudine della circoscrizione e dei cittadini di Sbarre; dell'amministrazione comunale, per portare a compimento le numerose risoluzioni adottate dal consiglio comunale; con il razionale ed elastico impegno delle forze dell'ordine e del prefetto, ma soprattutto con l'impegno forte di questa presidenza e il sostegno corale dei cittadini di Sbarre (poi dell'intera città) siamo arrivati ad un risultato che giustamente tutti gli osservatori indicano di portata storica per Reggio».
    «La cancellazione di un ghetto, il prendersi cura delle famiglie disagiate -prosegue Eraclini- sono punti qualificanti concretizzati non certo sotto elezioni, ma programmati da anni e attuati senza mai farsi deviare da soggetti che hanno spesso sostenuto, in realtà, il perpetuarsi del degrado. Ne è prova evidente che, alla prova dei fatti, si sono rivelati del tutto inutili presunti "mediatori" e "rappresentanti" delle fasce di degrado: lo sgombero del "208" è stato attuato solo col dialogo diretto e la grande disponibilita' del sindaco Scopelliti con i tutti i singoli soggetti interessati, a dimostrazione del fatto che questa amministrazione è capace di parlare con tutti i cittadini, di affrontare e risolvere, con le dovute garanzie, problemi a dir poco drammatici e incancreniti nei decenni».
    «Da questa esperienza -dice ancora il presidente- esce rafforzato ed evidente il ruolo imprescindible del consiglio di circoscrizione. Col supporto del sindaco Scopelliti, rendere effettive nuove e più civili condizioni di vita per tutti è e sarà sempre un impegno di questa Circoscrizione, che ho l'onore di presiedere, per portare avanti le giuste esigenze dei cittadini di Sbarre».
    «Per questo -conclude Eraclini- mi sento di chiedere che prosegua la positiva atmosfera di collaborazione e di unitarietà nell'individuare problemi, soluzioni e priorità, per la crescita ordinata e produttiva di Sbarre. Ancora più importante, adesso, è che i cittadini di Sbarre continuino a farsi sentire e ad intervenire ogni giorno per segnalare problemi e, con la loro presenza numerosa, per partecipare alla loro soluzione: questa Circoscrizione, come sempre, sarà al loro fianco».