• Home / CITTA / Processo Fortugno: verificata attendibilità collaboratore

    Processo Fortugno: verificata attendibilità collaboratore

    I riscontri fatti dai carabinieri per verificare l'attendibilita' di Domenico Novella, affiliato alla cosca Cordi' e collaboratore degli inquirenti nell'inchiesta sull'omicidio Fortugno, sono stati illustrati stamani dal capitano dei carabinieri Michele Cannizzaro nell'ambito del processo ai presunti mandanti ed esecutori dell'omicidio del vice presidente del consiglio regionale della Calabria. Al momento della sua collaborazione Novella, oltre alle vicende legate al delitto Fortugno, racconto' una serie di reati commessi con altre persone. I carabinieri sulla base delle dichiarazioni hanno eseguito una serie di accertamenti per verificarne l'attendibilita'. Il capitano Cannizzaro, rispondendo alle domande del pubblico ministero, Mario Andrigo, ha ricordato che Novella si e' accusato di una serie di alcune intimidazioni compiute a Locri nel 2002 e nel 2005 nei confronti di commercianti per costringerli a pagare il pizzo. Novella ha raccontato anche ai carabinieri che nel novembre del 2005 aiuto' una persona di Reggio Calabria a rubare una automobile che doveva essere utilizzata per una rapina in un ufficio postale. La rapina non fu portata a termine perche' i carabinieri intensificarono l'attivita' di controllo del territorio. Novella si e' accusato anche di aver compiuto un furto di armi in una abitazione di Locri. Le dichiarazioni del collaboratore sono state verificate attraverso gli atti investigativi dell'epoca e riscontri con testimonianze. (ANSA).