• Home / CITTA / Porto di Gioia, De Dominicis: “31 ottobre termine ultimo per risollevarci”

    Porto di Gioia, De Dominicis: “31 ottobre termine ultimo per risollevarci”

    gioiatauroUn contenzioso tra Azienda di sviluppo industriale di Reggio Calabria e Ministero dei Trasporti sta bloccando lo sviluppo dell'intermodalità nel Porto di Gioia Tauro. In ballo, come spiega oggi CalabriaOra, c'è la titolarità di un'area di 428 mila metri quadrati che quattro anni fa il Ministero Trasporti trasferì all'Autorità Portuale provocando un ricorso dell'Asi Reggio. Per sbrogliare la matassa e


    trovare una soluzione transattiva, ieri il commissario di Governo per il Piano di Sviluppo di Gioia Tauro, Rodolfo De Dominicis, ha convocato il comitato tecnico. "Dobbiamo puntare ad avere una strategia forte che sia sostenuta dalla politica, altrimenti daremo sempre spazio all'antipolitica, che di dirà quel famoso vaffa…se non riusciamo a chiudere entro il 31 ottobre questa fase sarà difficile guardare con fiducia alla possibilità di far convergere le sovvenzioni ed i finanziamenti che si stanno profilando all'orizzonte con Finanziaria, fondi europei e legge obiettivo", ha commentato al termine della riunione De Dominicis. (Apcom)