• Home / CITTA / Pdci Reggio in piazza a Roma il 20 ottobre

    Pdci Reggio in piazza a Roma il 20 ottobre

    Dal Pdci di Reggio Calabria riceviamo e pubblichiamo 

    "Quella del 20 ottobre a Roma sarà una grande manifestazione di popolo, colorata con tante bandiere rosse, simbolo del lavoro e del riscatto, e con le bandiere arcobaleno, simbolo della pace".
    Si è così espresso, a margine di una riunione del PdCI che si è tenuta a Lamezia Terme,  Massimo Gallo (responsabile provinciale dell'organizzazione del PdCI di Reggio Calabria) nel dare la propria adesione alla manifestazione del prossimo 20 ottobre a Roma.
    "Sarà un grande manifestazione, ha continuato Gallo,  che metterà in movimento e comunicazione le grandi e storiche anime della sinistra: quella comunista, quella operaia e sindacale, quella ambientalista, quella femminista e quella pacifista e non violenta".
    "Andremo a Roma, ha continuato ancora Massimo Gallo, per ribadire che l'unica strada percorribile per dare una svolta è agire da subito per ricostruire un patto tra generazioni al fine di dare prospettive ai giovani e alle donne e di rafforzare lo stato sociale per garantire tutele e protezione sociale ai più deboli".
    "Saremo in piazza, ha detto il responsabile organizzazione del PdCI reggino, non contro il governo ma per chiedergli di dare una svolta e rilanciare i punti più avanzati fissati nel programma dell'unione: lavoro, pace, tutela dell'ambiente, nuovi diritti civili, redistribuzione della ricchezza, laicità dello Stato, mezzogiorno, legalità, questione morale dovranno trovare un nuovo ed avanzato protagonismo nelle future scelte del Governo".
    "Una manifestazione quella del 20 ottobre, sostiene Massimo Gallo, che dovrà porre all’ordine del giorno della discussione politica del Paese gli impegni di discontinuità rispetto alle politiche del centro destra, assunti nel programma dell’Unione e che oggi invece risentono troppo degli equilibri di ispirazione moderata, padronale, centrista e confindustriale".
    "Tutti a Roma, ha concluso Massimo Gallo, dunque, il 20 ottobre per la svolta, il cambiamento, per rilanciare la sinistra e per far sentire a Palazzo Chigi la voce di chi ha votato questo governo".