• Home / CITTA / Pdci, comitato federale

    Pdci, comitato federale

    Alla presenza del segretario regionale, Michelangelo Tripodi, si è svolto presso la Federazione provinciale di Reggio Calabria dei Comunisti Italiani, il Comitato Federale. Ad aprire i lavori la relazione introduttiva del segretario Enzo Infantino che ha convocato l’assemblea, dopo la segreteria regionale, per affrontare le questioni politiche in vista della manifestazione che si svolgerà a Roma il 20 ottobre indetta dai due quotidiani nazionali Il Manifesto e Liberazione, a cui hanno aderito il PdCI, Rifondazione Comunista e tanti uomini della sinistra. Una manifestazione nazionale per sollecitare il Governo Prodi a rispettare gli impegni presi con la sottoscrizione del programma elettorale, che ancora oggi, viene disatteso.
    Il segretario Infantino ha evidenziato il tentativo, messo in atto dalla sinistra moderata e dal nascente Partito democratico, di far passare le richieste del PdCI e Rifondazione Comunista come volontà di far cadere il Governo, così non è. C’è solo la volontà di rispettare gli impegni presi soprattutto con gli elettori che adesso sono stanchi di attendere le riforme vere del Paese. Al PdCI non piace infatti l’accordo sulle pensioni e sul welfare e per questo adesso chiama a raccolta tutti gli iscritti e i simpatizzanti per scendere in piazza e far sentire la propria voce.
    E’ seguito un dibattito tra i compagni, che è servito anche per organizzare le iniziative da intraprendere fino al 20 ottobre e per la piena riuscita della manifestazione romana.
    Il segretario regionale Michelangelo Tripodi ha concluso la riunione evidenziando la necessità di essere in piazza, senza timori, per far sì che la sinistra sia più forte e più incisiva nel governo del Paese. Ha poi ribadito che anche in Calabria si può andare ad una unità della sinistra senza creare un partito unico ma elaborando una piattaforme comune calabrese, con progetti e idee, da portare anche a Roma ed essere così propositivi e far partire proprio dalla Calabria una nuova visione della sinistra.