• Home / CITTA / Pdci-Bianchi; un battibecco infinito…

    Pdci-Bianchi; un battibecco infinito…

    Dalla segreteria regionale del Pdci riceviamo e pubblichiamo 

    Nessun allarmismo da parte del Partito dei Comunisti Italiani sulla questioni dei trasporti nella jonica. Quando il PdCI fa una denuncia non è abituato a dire cose a casaccio come invece qualcuno ha fatto nei giorni scorsi, ma esprime posizioni in base a notizie accertate e verificate. Il PdCI da sempre è un partito che dà voce ai problemi della gente e per questo abbiamo posto all’attenzione di Trenitalia la grave situazione che si è paventata per la fascia jonica reggina. Ancora oggi, infatti, proprio in virtù di quel nuovo orario dei treni che doveva entrare in vigore il prossimo lunedì, non è proprio possibile fare alcuna prenotazione alle biglietterie della Fs per i treni diretti a Milano e Torino, via Lamezia, poiché – ribadiamo, avendo verificato ogni cosa – ancora oggi questi treni risultano soppressi. Anzi ancor di più ci risulta che il materiale rotabile e le vetture erano già state distribuite ad altre tratte ferroviarie e i turni del personale di bordo e di macchina ad oggi non sono stati previsti.
    Che il Ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, si sia affrettato a smentire le nostre dichiarazioni consederandole allarmistiche ci rammarica, ma non cambia di una virgola, né attenua la gravità dell’atteggiamento di Trenitalia di cui evidentemente il Ministro non conosce assolutamente le scelte e gli obbiettivi. Se adesso si è deciso di cambiare le cose e ripristinare i treni che erano stati cancellati, è la dimostrazione non solo della validità della denuncia del PdCI ma anche che proprio a seguito della nostra denuncia si effettuerà il ripristino dei treni.
    Per altro ad avvalorare e a confermare questa situazione sono i dispacci che sono stati inviati dalla direzione ai dirigenti di Trenitalia e che comunicavano la riabilitazione dei treni che prima erano soppressi.
    Per tutto ciò sembra che il Ministro abbia solo voluto mettere una toppa troppo piccola per un buco grande. Sarebbe stato più corretto ascoltare i suggerimenti del PdCI e cercare le soluzioni adeguate senza cercare di imbrogliare le carte e di dire cose inesatte e non corrispondenti alla realtà. Il Partito dei Comunisti Italiani adesso vigilerà ulteriormente su quanto si andrà a fare per garantire i collegamenti della Calabria e dei calabresi con il resto del Paese a partire della fascia jonica reggina.