• Home / CITTA / Pd, Catizone: “Minniti e Guccione esponenti del vecchio che avanza”

    Pd, Catizone: “Minniti e Guccione esponenti del vecchio che avanza”

     Il Partito democratico meridionale? È piu' veltroniano di Walter Veltroni. Ne e' convinta Eva Catizone, segretaria del soggetto politico calabrese, che torna a parlare con il VELINO della candidatura alla segreteria regionale di Fabrizio Criscuolo, tornato ai blocchi di partenza dopo i rumors su un suo possibile ritiro. "Tutti ricordano gli interventi del sindaco di Roma, che parlava di un profilo tendente all'innovazione e all'apertura a forze nuove e in contatto con la societa' viva. Se guardiamo a Criscuolo, ci accorgiamo che il suo profilo corrisponde a questo identikit. È un uomo nuovo, non ha tessere e non fa parte delle oligarchie di partito. Mi pare che altrove questo non sia accaduto". Il riferimento e' alla candidatura di Marco Minniti, sostenuto dal sindaco di Roma. Da parte sua, il Pdm va dritto per la sua strada. Sembra non temere il confronto con i due 'pesi massimi' sostenuti dalla dirigenza nazionale di Botteghe oscure. Da una parte Walter Veltroni e Massimo D'Alema, con il viceministro dell'Interno, dall'altra Piero Fassino (e Nicola Adamo), con il segretario regionale Ds Carlo Guccione. Un affondo particolare Catizone lo riserva al leader regionale della Quercia: "Se Marco Minniti non e' un uomo nuovo, ancora piu' vecchio e' Carlo Guccione. Non c'e' cosa peggiore dei giovani vecchi". Ma non e' tutto. "A Guccione riconosco il fatto di essere un professionista, ma un professionista della distruzione. In Calabria abbiamo bisogno di gente che costruisca". (IL VELINO)