• Home / CITTA / ‘Ndrangheta: più uomini e mezzi

    ‘Ndrangheta: più uomini e mezzi

    Alla fine si e' detto ''soddisfatto'', per quanto opportuna sia questa parola quando si parla di emergenza criminalita' in Calabria, per ''l'ascolto denso di passione civile'' di cui ha ringraziato il governo. Il presidente della Regione Agazio Loiero ha insomma trovato l'attenzione che cercava nell'incontro di stasera con il premier Prodi e i ministri Amato, Mastella e Parisi, incontro da lui stesso sollecitato per avere risposte sul pacchetto di proposte avanzate per far fronte all'emergenza. Anche se, per la cronaca, ha trovato una platea di giornalisti rimasti delusi da quella conferenza stampa congiunta con il vice-ministro Marco Minniti che si sperava facesse il punto anche sul tema della legalita' nelle aree urbane poco prima trattate nella stessa riunione. Ma le risposte che la Calabria attendeva, da tempo e in particolare dopo la strage di Ferragosto a Duisburg, almeno in parte stasera sono arrivate. Ad illustrarle e' stato proprio Minniti, annunciando un adeguamento degli organici giudiziari e delle forze di polizia nei distretti piu' esposti e incentivi ai magistrati che scelgono di lavorare nelle zone 'difficili'. Perche' la preoccupazione di Loiero, ha detto Minniti, e' ''pienamente condivisa dal governo e non e' un caso che sulla questione calabrese si sia fatta una riunione non ordinaria''. Si e' inoltre deciso con il ministro dell'Interno di compiere, nell'ambito del patto per la sicurezza gia' siglato con la Calabria, una verifica degli organici delle forze di polizia, con un impegno del governo, ha affermato il viceministro, di un eventuale rafforzamento entro la fine dell'anno''. Minniti ha poi ricordato gli interventi "mirati" gia' compiuti: la creazione della sezione speciale del Ros a Gioia Tauro che si occupa della sicurezza del porto e della piana e di quella, sempre del Ros, chiamata a indagare sui beni della 'Ndrangheta all'estero, l'istituzione di una task force di forze di polizia italiane e tedesche sui retroscena della strage di Duisburg. Vi e' inoltre piena sintonia del governo con le autorita' calabresi, ha detto ancora Minniti, soprattutto per quanto concerne l'abbattimento dei tempi per i beni confiscati e il patteggiamento in appello per i reati di mafia. Nei prossimi giorni sara' pronta infine l'ordinanza di protezione civile che riguarda tutta la viabilita' alternativa alla Salerno-Reggio Calabria, che sara' ridotta ad una carreggiata per 24-36 mesi. Una questione, ha detto "di impatto economico-civile e, in senso lato, anche di sicurezza". Loiero da parte sua, ha ammonito che, se ''in Calabria vive gente onesta che paga un prezzo enorme per il fatto di vivere accanto alla criminalita' organizzata", anche una giustizia troppo lenta per inadeguatezza degli organici e dei mezzi puo' spingere la gente nelle mani della criminalita' organizzata. ''Se una causa civile dura 25 anni – ha evidenziato – spesso capita che chi ha proprio bisogno assoluto di avere una risposta potrebbe, puo', rivolgersi alla criminalita': non dappertutto, ma in certe zone avviene per avere giustizia''.(ANSA)