• Home / CITTA / Messina, quando Sanità e Giustizia fanno solo danni…

    Messina, quando Sanità e Giustizia fanno solo danni…

    Terzo rinvio del processo per la morte di Davide Campo, il 12enne morto il 19 settembre 2005 al Policlinico di Messina dopo un'anestesia. Il giudice monocratico Daniela Urbani ha rinunciato a celebrare il processo "per motivi di salute" e il presidente del Tribunale l'ha sostituita con il collega Walter Ignazzitto che ha fissato l'inizio del dibattimento al 28 settembre. I familiari, per protesta, hanno manifestato davanti a Palazzo di giustizia per chiedere che il processo si svolga al piu' presto e regolarmente. Il ragazzino doveva essere operato di appendicite, ma l'anestesista avrebbe insufflato troppo ossigeno nei polmoni durante la fase preparatoria di un intervento di appendicectomia e poi non avrebbe fatto nulla per far defluire l'aria che comprimeva la gabbia toracica: adesso e' chiamato a rispondere di omicidio colposo. Parte civile nel procedimento si e' costituito il Policlinico universitario. (AGI)