• Home / CITTA / Loiero scrive la sua solidarietà a Boemi

    Loiero scrive la sua solidarietà a Boemi

    "Tutta la Calabria deve stringersi attorno ai magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Reggio e far loro da scudo nella loro azione per l'affermazione della legalita' e della sicurezza. Non possiamo immaginarli come nostri scudi umani contro la violenza della 'ndrangheta". Lo ha detto il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, dopo avere appreso del piano mafioso che, "adottando la strategia stragista di Cosa Nostra, aveva in mente un'azione eclatante contro il pool di magistrati che sta lavorando con coraggio, impegno e capacita' contro questa criminalita' che sta dimostrando sempre di piu' di avere una dimensione planetaria. Come ho avuto modo di dire al procuratore Salvo Boemi, pregandolo di farsene interprete tra i suoi colleghi che si trovano nella sua stessa situazione di rischio – ha aggiunto Loiero – tutto il governo regionale esprime la propria solidarieta' ed e' disponibile a sostenere qualsiasi azione a sostegno della sicurezza e della serenita' dei magistrati nel mirino dei clan". Per Loiero, "il summit mafioso per decidere di colpire i magistrati piu' impegnati nella lotta alla criminalita' organizzata che blocca lo sviluppo della Calabria, conferma che la situazione e' arrivata a un punto tale per cui e' necessario mobilitare tutte le forse e le coscienze. Ho voluto, comunque, far sapere a Boemi e agli altri magistrati che non li lasceremo soli, che possono contare sulle istituzioni calabresi come sulla Calabria degli onesti che apprezza e ammira il lavoro da essi svolti. La Calabria ha bisogno di magistrati capaci". (AGI)