• Home / CITTA / Loiero: “Calabria, peccato italiano da affrontare”

    Loiero: “Calabria, peccato italiano da affrontare”

    ''La Calabria e' un 'peccato' italiano. E un Paese che vuole vivere in pace con se stesso deve affrontare e fare ammenda dei propri peccati. Ci sono le premesse perche' la Calabria diventi un caso politico, e non solo per quanto riguarda la criminalita'''. E' quanto ha detto il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, appena rientrato in Calabria dopo il vertice di ieri a Palazzo Chigi dedicato prevalentemente ai problemi della sicurezza. ''Ci sono priorita' da affrontare – ha aggiunto Loiero – e quello della pericolosita' della 'ndrangheta lo e' certamente anche per il governo. Ma ci sono altri problemi con cui la Calabria deve fare i conti. Per esempio non puo' sopportare l'isolamento che derivera' dai lavori sull'autostrada tra Bagnara e Villa San Giovanni, che di fatto, per 36 mesi, spezzeranno l'Italia in due con tutto cio' che ne consegue. Ne' si puo' pensare che le imprese calabresi siano ancora penalizzate da tassi di usura bancari che sanno tanto di usura o che resti sospesa chissa' per quanto la stabilizzazione degli Lsu-Lpu per i quali il governo s'era gia' concretamente impegnato, in un megavertice al quale erano presenti i sindacati nazionali, il ministro Damiano. La Calabria, se si aggiungono problemi nuovi a quelli storici, rischia di implodere. E non puo' permetterselo la democrazia''. ''Ho trovato – ha concluso Loiero – attenzione reale, concreta. Ho colto una disponibilita' che va al di la' del momento istituzionale. C'e' la necessita', anche secondo i ministri che hanno preso parte al vertice mi e' parso di capire, di dare una risposta che non sia ordinaria, una risposta al problema criminale in primo luogo, ma anche agli altri problemi sul tappeto''. (ANSA)