• Home / CITTA / Loiero e Giunta fanno il punto con Ad Sviluppo Italia

    Loiero e Giunta fanno il punto con Ad Sviluppo Italia

    Nella sede di Palazzo Alemanni, a Catanzaro, il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, e la sua Giunta hanno incontrato Domenico Arcuri, amministratore delegato dell'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa (gia' Sviluppo Italia). Quattro i punti affrontati nel corso del confronto: sviluppo turistico delle aree di Sibari e di Simeri Crichi; portualita' turistica; Istituto Papa Giovanni; situazione di Sviluppo Italia Calabria. Riguardo a Sibari e Simeri Crichi si e' discusso dello stato di attuazione del contratto di programma, stipulato per le due aree. E' stato, quindi, preso in esame il Piano di sviluppo della portualita' turistica. L'Agenzia, attraverso la controllata ''Italia Navigando'', sta valutando la possibilita' di intervenire in Calabria e ha sollecitato la Regione a definire un piano congiunto. L'Agenzia si e' poi detta disponibile a un piano di riordino e riassetto dell'Istituto Papa Giovanni di Serra d'Aiello, previa verifica della fattibilita' del percorso individuato, confermando il proprio impegno ad accompagnare l'attivita' della Regione in questo percorso. Per quanto riguarda la situazione di Sviluppo Italia Calabria, l'Agenzia, cosi' come previsto dalla Finanziaria 2007, ha avviato un confronto su un eventuale trasferimento di Sviluppo Italia Calabria alla Regione. E' stata valutata, inoltre, la possibilita' di avviare un tavolo tecnico, finalizzato a trovare soluzioni per il personale della societa'. Al termine dell'incontro, l'amministratore delegato dell'Agenzia Domenico Arcuri ha dichiarato che ''e' un quadro complicato quello di cui abbiamo discusso con il presidente Loiero e la Giunta regionale calabrese. L'incontro e' stato cordiale e positivo. Abbiamo verificato una convergenza nell'affrontare i problemi per risolverli''. ''Abbiamo affrontato argomenti importanti – ha affermato il presidente Loiero dal canto suo – riguardanti lo sviluppo di alcune aree della regione, che sul turismo punta molte chances, e altre situazioni come quella dell'Istituto Papa Giovanni che si trascinano da molto tempo con gravi ripercussioni per pazienti e dipendenti''. ''Sono stati individuati dei percorsi – ha concluso Loiero – per arrivare a una definizione in tempi accettabili. Non e' un lavoro semplice. C'e' un impegno reciproco per arrivare a sbocchi concreti''. (Asca)