• Home / CITTA / Lavoratori Lpu-Lsu protestano: “Che l’assessore De Gaetano ci convochi”

    Lavoratori Lpu-Lsu protestano: “Che l’assessore De Gaetano ci convochi”

    I segretari regionali, responsabili delle politiche per il lavoro, Raffaele Mammoliti, della Cgil, Domenico Zannino, della Csil, e Luciano Prestia, della Uil, a conclusione della riunione tenutasi ieri a Lamezia Terme, hanno sollecitato all'assessore regionale al Lavoro, Nino De Gaetano, la convocazione del Tavolo Permanente per fare la verifica sui problemi, relativi al bacino regionale dei lavoratori socialmente utili e di pubblica utilita'. Cgil, Cisl e Uil ''ritengono, ormai, maturi i tempi per rendere concreti, da parte dell'assessore al Lavoro e della Giunta Regionale, i provvedimenti e gli impegni assunti per avviare da subito le stabilizzazione dei Lpu-Lsu, utilizzati nei dipartimenti regionali e nei Comuni e negli Enti ,che hanno aderito al Bando di Stabilizzazione Regionale di luglio 2007''. Secondo il sindacato calabrese, ''c'e' la necessita' che l'assessore De Gaetano e la Giunta Loiero diano un segnale di discontinuita', rispetto al passato, ai tanti precari senza indugiare ancora, procedendo immediatamente dando il buon esempio agli altri Enti, assumendo i 380 lavoratori utilizzati presso l'Ente Regione e pubblicando la graduatoria dei 188 soggetti interessati tra Comuni ed Enti che hanno aderito al Bando, perche' gli stessi facciano altrettanto nei confronti di altri 1880 precari''. All'Assessore e' stato sollecitato, inoltre, il pagamento delle competenze dei sussidi e dell'integrazione da settembre in poi, alla liquidazione degli Assegni al Nucleo Familiare ai LPU, al conguaglio della mensilita' di Dicembre 2006. Nel corso della riunione le segreterie regionali hanno deciso d'informare e sollecitare tutta la deputazione parlamentare calabrese della Camera e del Senato per intervenire affinche' nella Legge Finanziaria 2008, che verra' presentata alle Camere nei prossimi giorni per l'approvazione, siano contenuti i provvedimenti a favore del bacino regionale calabrese dei Lpu-Lsu. Provvedimenti economici per 60.000.000 di Euro e normativi quali l'equiparazione dei Lpu ai Lsu ai fini della stabilizzazione e la deroga ai Comuni rispetto alla dotazione organica, contenuti nel Disegno di Legge presentato da parte del Governo al Senato a giugno u.s.. Tali provvedimenti sono importanti e necessari per favorire ed accelerare il processo di stabilizzazione in modo piu' diffuso e generalizzato di quanto non ha fatto la finanziaria 2007 in quanto, anche se positiva dopo diversi anni di blocco delle assunzioni, si rivolgeva ai soli LSU occupati nei comuni sotto i 5.000 abitanti. Per i Segretari Regionali Mammoliti, Zannino e Prestia ''e' importante che la Deputazione Calabrese si adoperi e si impegni affinche' gli impegni assunti dal Governo a febbraio 2007 a favore del bacino regionale Lpu-Lsu che dovevano concretizzarsi nei primi mesi del c.a., si attualizzino con la prossima manovra finanziaria, per non rischiare ancora una volta che a causa delle lungaggini dell'iter del Disegno di Legge, diventino inefficaci e fuori tempo rispetto alle attese dei Lpu-Lsu''. (Asca)