• Home / CITTA / Lamezia Terme, controlli a tappeto

    Lamezia Terme, controlli a tappeto

    Tre persone denunciate, due per tentato furto e un'altra per atti osceni in luogo pubblico, oltre 300 persone, piu' di 200 autovetture fermate, 4 infrazioni al Codice della Strada contestate ed al ritrovamento di 4 veicoli oggetto di furto e' il bilancio di una serie di servizi anticrimini portati a termine a Lamezia Terme in provincia di Catanzaro, dal personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza unitamente a quello del Reparto Prevenzione Crimine Calabria. Per tentato furto in appartamento sono stati denunciati all'autorita' giudiziaria una ragazza di 29 anni. D. S., nota alle forze dell'ordine e F.C. , 29 anni. I due secondo gli uomini della Polizia di Stato sarebbero responsabile di tentato furto. I due si sarebbero introdotti in un appartamento posto al secondo piano di un edificio nel centro storico del quartiere Niacstro, forzando con un cacciavite una finestra. Intervenuti sul posto gli uomini del commissariato lametino hanno identificato S.D., che era stata vista scappare dall'edificio preso di mira, da alcuni testimoni in compagnia di un giovane, F.C. suo coetaneo, anch'egli lametino con molti precedenti penali, il quale e' stato successivamente rintracciato nella zona. La ragazza e' stata trovata in possesso di 10 chiavi di sicurezza per porte blindate di cui non ha saputo dare spiegazioni che gli sono state debitamente sequestrate. La refurtiva asportata, dei gioielli fra cui due collane di perle e due orologi, e' stata ritrovata nelle scale dello stabile dagli Agenti durante i controlli effettuati. La coppia di malviventi, denunciata per tentato furto, aveva anche cercato di forzare la porta d'ingresso di un'altro appartamento ma era stata costretta ad una precipitosa fuga per l'allarme dato dagli stessi proprietari che in quel momento si trovavano all'interno della propria abitazione. L'altra persona segnalata dalla Polizia all'Autorita' Giudiziaria e' stata C.A., lametino di 47 anni, poiche' sorpreso dagli Agenti in un parco di Lamezia Terme, seminascosto dietro una siepe, a compiere degli atti osceni alla presenza di minori. Dalle prime indagini svolte e' risultato che non si tratterebbe di un gesto isolato compiuto dall'uomo che da tempo e' stato notato aggirarsi nei pressi della Villa Comunale. (Adnkronos)