• Home / CITTA / Intimidazione a Guccione: la soliderietà di Maria Grazia Laganà

    Intimidazione a Guccione: la soliderietà di Maria Grazia Laganà

    ''L'ultimo atto intimidatorio nei confronti di Carlo Guccione, segretario dei Ds calabresi, la dice lunga sul clima che si respira in Calabria da diverso tempo''. E' quanto afferma in una nota la componente della commissione parlamentare antimafia, Maria Grazia Lagana' Fortugno, circa l'intimidazione subita dal segretario dei Ds della Calabria, Carlo Guccione. ''Il vile gesto – ha aggiunto – compiuto ai danni di una persona per bene, deve far riflettere sullo scenario che oggi caratterizza la regione. L'infame e vigliacco tentativo di colpire la serenita' e l'incolumita' di un uomo impegnato attivamente nella politica, e della tua famiglia, genera tanta rabbia, specialmente tra le persone oneste. Non bisogna abbassare la guardia in materia di ordine e sicurezza pubblica sul nostro territorio''. ''C'e' bisogno, in Calabria, – ha proseguito Lagana' – di una immediata, piu' forte e autorevole presenza dello Stato, per intraprendere una lotta senza quartiere agli ambienti malavitosi, in un momento in cui l'antistato, vero cancro della societa', tenta di imporre il suo predominio con atti subdoli, indegni ed arroganti. C'e' bisogno di una risposta unanime e altrettanto forte, innanzitutto da ogni parte politica e da tutte le istituzioni, nel condannare questi atti, che contribuiscono a turbare e destabilizzare la vita civile, sociale e democratica dei cittadini. Auspico un risveglio delle coscienze e confido nel lavoro delle autorita' inquirenti''. ''E' il momento – ha concluso – che lo Stato torni in campo, con tutti i mezzi, perche' ormai sta pure proliferando un senso di impunita' da parte di chi delinque. La solidarieta' non basta piu'''. (ANSA)