• Home / CITTA / Fortugno: Crea intercettato prima e dopo delitto

    Fortugno: Crea intercettato prima e dopo delitto

    creaIl consigliere regionale della Calabria Domenico Crea, subentrato al posto di Francesco Fortugno, ucciso a Locri nell'ottobre del 2005, fu intercettato prima e dopo il delitto. E' quanto emerso stamani nel corso dell'interrogatorio del capitano dei carabinieri Michele Cannizzaro sentito nel processo ai presunti mandanti ed esecutori dell'omicidio di Fortugno. Dall'interrogatorio di Cannizzaro e' emerso che Crea, prima dell'omicidio Fortugno, era intercettato nell'ambito delle indagini sul tentato omicidio dell'ex assessore regionale Saverio Zavettieri, avvenuto a Bova Marina nel febbraio del 2004. Cannizzaro ha raccontato che


    Crea, in prossimita' delle elezioni regionali del 2005, in alcune telefonate con altri esponenti politici vantava di poter contare su almeno tredicimila voti di preferenza. Parlando poi del suo passaggio dal Ccd alla Margherita, Crea avrebbe anche detto, facendo riferimento a Fortugno, che ''non la prendera' bene, morira' dalla rabbia''. Dall'interrogatorio del capitano Cannizzaro e' emerso anche che alcuni familiari di Francesco Fortugno ed i testimoni oculari del delitto furono sottoposti ad intercettazioni telefoniche ed ambientali. (ANSA)