• Home / CITTA / Duisburg, Strangio incriminato da indagini carabinieri

    Duisburg, Strangio incriminato da indagini carabinieri

    Le indagini che hanno portato all'incriminazione di Giovanni Strangio per la strage di Duisburg da parte della Polizia tedesca sono state avviate su input dei carabinieri. E' quanto si e' appreso in ambienti dell'Arma in Calabria. La posizione di Giovanni Strangio era gia' da tempo al vaglio dei carabinieri nell'ambito delle indagini sulla faida di San Luca. Il giovane, infatti, e' considerato uno dei giovani esponenti di maggiore spicco della cosca Nirta-Strangio, molto vicino al presunto capo della cosca, Giuseppe Nirta, che e' latitante. La sua personalita' criminale e' dimostrata dal fatto che va in giro armato, una precauzione che ha adottato per difendersi da eventuali agguati da parte del gruppo nemico dei Pelle-Vottari. E proprio perche' era in possesso di una pistola Strangio fu arrestato il giorno dei funerali della cugina, Maria Strangio, moglie di Giovanni Nirta, uccisa il 25 dicembre dello scorso anno. Il suo ruolo, nell'ambito delle attivita' della cosca Nirta-Strangio, sarebbe stato sempre importante. I carabinieri ne seguivano da tempo gli spostamenti tra 'Italia e la Germania, dove Strangio e' titolare di due pizzerie, ed avevano segnalato alla Polizia tedesca alcuni elementi che rendono credibile una sua responsabilita', con un ruolo anche organizzativo e non soltanto esecutivo, nella strage di Duisburg. (ANSA)