• Home / CITTA / Diritti e privilegi. Anche per la Madonna…

    Diritti e privilegi. Anche per la Madonna…

    Da una lettrice riceviamo e pubblichiamo 

    Gentile direttore,

    anche per quest'anno molte sono le manifestazioni in onore della Madonna della Consolazione; molta, anzi moltissima la gente in processione stamattina dietro l'effigie, ciascuno per chiedere qualcosa, per avere aiuto e conforto o semplicemente per pregare. Molti giovani, ma soprattutto anziani che pur vivendo in condizioni di disagio non possono rinunciare a vedere e a seguire anche solo per pochi metri il quadro della Nostra Signora. Tutto bellissimo e intenso, tutto emozionante, fino a quando non si viene brutalmente ed incivilmente strattonati e costretti a fermarsi, a rinunciare a proseguire in processione, a rinunciare a pregare. Ed è triste voltarsi e rendersi conto che tutto quello spingere, urtarsi, tutto quel clamore (davvero in contrasto con il clima di una processione) è dovuto solo all'inserimento delle Autorita' (così si dice vero?).
    Mi creda Direttore, è un'offesa a tutta quella gente che al mattino si alza alle 4 per poter stare vicino al quadro, per poter cantare, per poter seguire la processione così come andrebbe seguita, in ritiro e preghiera.
    E' un abuso di potere bello e buono, di cui le Autorità farebbero bene a vergognarsi e magari, dato che ci sono, a fare penitenza dietro il quadro della Madonna!!!!

    Francesca Dei