• Home / CITTA / Dima boccia iniziativa Angela Napoli

    Dima boccia iniziativa Angela Napoli

    A favore dello scioglimento del Consiglio regionale calabrese ma per "manifesta incapacita' politica e amministrativa della maggioranza". Giovanni Dima, coordinatore calabrese di Alleanza nazionale, prende le distanze dall'iniziativa lanciata dalla deputata Angela Napoli, sottolineando la necessita' di trovare "una formula tecnico-giuridica" per sciogliere l'organo legislativo regionale e "mandare a casa una maggioranza che ha fallito". La petizione proposta dalla componente della commissione Antimafia – che dovrebbe arrivare sul tavolo del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano -, "non trova riscontro costituzionale" e non e' stata "concordata insieme al partito", osserva Dima, salvo ricordare che Alleanza nazionale e' un partito "aperto alle varie proposte". L'Udc ha tentato di presentare una mozione di sfiducia, senza riuscire a raccogliere i voti necessari. "Non e' nemmeno la mozione di sfiducia lo strumento per ottenere le dimissioni di Loiero, visto che anche componenti della stessa maggioranza dovrebbero votare per delegittimarsi". Esiste pero' una questione etica, che solleva la Napoli, e riguarda la presenza di indagati in Consiglio. "Esprimo da sempre una cultura garantista – replica Dima -, ritengo che invece la questione fondamentale sia il fallimento del progetto politico legato alla leadership di Agazio Loiero". La strategia resta pero' quella di far cadere la giunta regionale prima della fine della legislatura. "Abbiamo deciso di intraprendere con i capigruppo dell'opposizione una serie di iniziative – riferisce ancora Dima -, verso meta' ottobre ci sara' una grande manifestazione unitaria del centrodestra, estesa anche alla Democrazia cristiana per le autonomie e al nuovo Partito socialista, per sottolineare con forza i limiti e le insufficienze del governo". (Velino)