• Home / CITTA / Aeroporto dello Stretto: 10 milioni per il bando relativo all’aerostazione

    Aeroporto dello Stretto: 10 milioni per il bando relativo all’aerostazione

    aeroportoreggiocalabriaQuasi 10 milioni di euro (9.786.398,13 euro) per la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione, adeguamento e ampliamento dell’aerostazione passeggeri dell'Aeroporto dello Stretto di Reggio Calabria: è stato pubblicato questa mattina in Gazzetta Ufficiale (la n. 105) il bando integrale, scaricabile dal sito internet www.aeroportodellostretto.it, i cui termini scadranno alle 12 del


    prossimo 19 ottobre.
    Con i lavori di rifacimento del terminal (che prevedono, tra l’altro, la costruzione di un secondo piano destinato agli uffici, permettendo così di destinare tutta l’attuale area ai passeggeri ed ai servizi commerciali) si stanno per completare gli interventi infrastrutturali previsti per l’adeguamento, l’ampliamento e la messa in sicurezza dell’Aeroporto dello Stretto. Stanno infatti per essere appaltati gli ultimi due interventi, relativi al secondo lotto delle opere di potenziamento delle infrastrutture air-side (per circa 2,8 milioni di euro) e alla realizzazione di un edificio polifunzionale per i mezzi di rampa (circa 600mila euro). Con l’aggiudicazione di questi lavori si completa l’accelerata data negli ultimi due anni per adeguare lo scalo alle nuove esigenze. Il prossimo lotto di interventi, relativi all’agenda 2007/2010, è in corso di approvazione da parte di Enac centrale: gli uffici di progettazione della So-GAS hanno consegnato nei mesi scorsi le schede dettagliate relative ai singoli interventi ritenuti ne-cessari per la safety e la security dello scalo, che prevedono, se saranno approvati, una spesa di circa 25 milioni di euro.
    Il progetto definitivo per la ristrutturazione, l’adeguamento e l’ampliamento dell’aerostazione è stato approvato all’inizio dell’estate, ed è il frutto del lavoro congiunto dei due studi internazionali di progettazione che si erano aggiudicati i relativi appalti: Systematica e Favero & Milan. Oltre al rifaci-mento ed all’ampliamento dei due livelli già esistenti, il progetto, le cui archigrafie sono scaricabili dal sito internet della società di gestione, prevede la costruzione di un terzo livello, che permetterà, con lo spostamento di tutti gli uffici attualmente attigui all’area check in ed alle sale di attesa, di ottimizza-re i servizi per i passeggeri.
    L’Amministratore Unico, sen. ing. Pietro Fuda, spiega:
    «Il nostro scalo è stato costruito in linea con obiettivi che sono decisamente mutati negli anni, e che non riescono più a soddisfare le esigenze del traffico sempre crescente. Oggi i passeggeri ed i loro accompagnatori sono costretti a sostare in zone molto limitate sia negli spazi che nei servizi, e le aree disponibili per gli uffici non sono più sufficienti ad ospitare adeguatamente i tanti enti che lavo-rano all’interno dello scalo. Con la nuova aerostazione si darà più respiro sia all’utenza che alla parte operativa, e si renderà ancora più accogliente e fruibile un’infrastruttura sulle cui potenzialità non esistono dubbi. Chi si aggiudicherà l’appalto dovrà rendere il meno possibile onerosi gli interventi, e la-vorare per step, anche se sono convinto che i passeggeri ed i cittadini sapranno, ancora una volta, comprendere i disagi dei lavori in corso ed accompagnare questo processo, ormai al termine, di rilan-cio dello scalo. I tanti lavori che si sono susseguiti in questi due anni, infatti, pur creando innegabili disagi per i cantieri aperti, sono sempre stati accolti di buon grado da tutto il territorio, che ha dimostrato di conoscere il significato dello sforzo continuo per migliorare un servizio continuando ad essere operativi. Lo scalo è dei cittadini, e per loro abbiamo lavorato senza sosta».