• Home / CITTA / A3, Pignataro (Pdci): “Attacchi grotteschi a Bianchi”

    A3, Pignataro (Pdci): “Attacchi grotteschi a Bianchi”

    I lavori di ammodernamento della A3 si devono fare, sono urgenti ed indispensabili per il sistema dei trasporti e della mobilita' e per il rilancio dell'economia calabrese. Non vi e' dubbio che la chiusura del tratto finale dell'autostrada, per l'apertura del cantiere relativo all'ammodernamento del tratto Bagnara – Scilla, provochera' seri problemi e difficolta' enormi. Per questo motivo, c'e' bisogno di un piano che riesca a conciliare l'apertura del cantiere, l'avvio al lavoro per centinaia di lavoratori, con soluzioni alternative che riducano i disagi e che affrontino in modo serio le emergenze, garantendo i collegamenti con Reggio Calabria e la Sicilia". Lo afferma il deputato Ferdinando Pignataro (Pdci). "Il Ministro Bianchi – spiega – sta lavorando da parecchie settimane su questo piano di concerto con il Governo regionale, i Prefetti, i Presidenti della Province, i Sindaci interessati, su mandato del Presidente del Consiglio Prodi, ricevendo apprezzamenti per le soluzioni individuate, in merito alle quali si stanno approntando le necessarie verifiche tecniche. E' percio' quanto meno strano che il Ministro, insieme al Governo, siano oggetto in questi giorni di attacchi gravi ed accusati di latitanza e di non voler affrontare e risolvere i problemi che da piu' parti si sono sollevati. E' grottesco constatare che gli attacchi derivano da settori della maggioranza, soprattutto a livello regionale calabrese. Il PdCI nazionale – sottolinea – ha gia' preso una posizione chiara, attraverso la nota stampa a firma del segretario nazionale e responsabile organizzazione On. Orazio Licandro, che si e' dichiarato completamente a sostegno degli impegni e delle decisioni che il Ministro Bianchi si appresta ad adottare. Tutto il resto e' chiacchiera, polemicuccia di provincia che certamente non aiuta la soluzione dei problemi e l'assunzione di responsabilita' su fatti importanti che interessano le popolazioni. Sarebbe piu' opportuno – conclude – perdere meno tempo in attacchi personali, che hanno il sapore del pregiudizio e dedicarsi a trovare soluzioni alle tante emergenze e domande che vengono dai cittadini calabresi e che ancora non riescono a trovare risposte". (AGI)