• Home / CITTA / Stazione Unica Appaltante: Calabria arriva prima

    Stazione Unica Appaltante: Calabria arriva prima

    La Calabria e' la prima Regione italiana ad essersi dotata della Stazione unica degli appalti che potra' cominciare ad operare entro il 2007. La proposta di legge, approvata dalla Giunta regionale dopo che la norma aveva avuto il primo via libera dal Consiglio regionale, e' stata illustrata dal presidente della Regione Agazio Loiero e dal vicepresidente e assessore alle Riforme, Nicola Adamo. La Stazione unica avra' il compito di gestire e disciplinare tutte le materie relative agli appalti per realizzazione delle opere pubbliche, servizi e forniture di aziende (a partire da quelle ospedaliere e sanitarie), enti e amministrazioni riconducibili alla Regione. In particolare saranno tenuti in considerazione tutti gli importi che superino i 150 mila euro. La Stazione, la cui legge adesso passera' all'esame del Consiglio regionale che dovra' esprimersi in una sorta di doppia lettura, operera' come organismo di sorveglianza e sara' dotata di un direttore generale nominato con procedura selettiva cosi' come i componenti. La struttura si finanziera' con l'1% riferito all'importo a base d'asta. ''La Stazione unica appaltante – ha detto Loiero – e' un fatto di grande importanza politica e strategica ma anche un veicolo di trasparenza e uniformita' contro le possibili infiltrazioni malavitose. Abbiamo compiuto un grande sforzo per rafforzare la nostra visione strategica del territorio per rendere possibili risparmi e condizioni valide per tutti''. ''L'obiettivo con questa legge avanzata e assai impegnativa – ha sostenuto Adamo – e' quello di concentrare la spesa sul modello del Centro unico di acquisto ma anche quello di liberare l'Amministrazione regionale e tutte le amministrazioni aggiudicanti di funzioni che riguardano gli appalti. La Stazione avra' il compito di certificare la qualita' e di istituire un osservatorio regionale che sara' affiancato anche da un notiziario ad hoc''. (ANSA).