• Home / CITTA / Salerno-Reggio: limiti di velocità cambiano per 126 volte!

    Salerno-Reggio: limiti di velocità cambiano per 126 volte!

    Un inviato del sito Quattroruote.it ha percorso in lungo e in largo l'A3 per verificare le condizioni della Salerno-Reggio in vista dell'imminente weekend del 'grande esodo'. "Rispetto all'anno scorso i chilometri con una sola corsia per senso di marcia si sono ridotti (nel 2006 erano 61,9 km, mentre adesso sono 'solo' 39,3 km) e quindi i disagi degli automobilisti, sotto questo profilo, dovrebbero diminuire. Altri aspetti, per contro – spiega 'Quattroruote' – sono risultati assai meno positivi. Per esempio, lo stato delle aree di servizio e dei parcheggi: toilette in cattive condizioni, cumuli di spazzatura, sterpaglie a ridosso del tracciato autostradale. A destare perplessita' sono soprattutto i limiti di velocita', che in molti casi appaiono privi di senso. E in altri risulta addirittura pericoloso rispettarli. Fra Salerno e Reggio cambiano, in direzione sud, 126 volte nel raggio di 443 km. Per la presenza di cantieri, certo, ma a volte anche senza apparente motivo". ''Quattroruote' – si legge nella nota – ha provato a rispettarli in modo scrupoloso: per percorrere l'intera autostrada ci sono volute sei ore e cinque minuti, con una velocita' media di circa 72 km/ora. Un dato che potrebbe sembrare non del tutto negativo, ma bisogna tenere conto che le condizioni di traffico sono state, nella circostanza, ottimali (nessuna coda, nessun rallentamento). Quindi quella riportata sopra e' anche la velocita' media massima con la quale si puo' transitare sull'A3, se si rispettano i limiti di velocita'. Cosa che, peraltro, non fa nessuno, o quasi. In tutto i chilometri dell'A3 dove il limite e' di 130 km/h sono 61. E quelli dov'e' di 110, 100 e 90 km/ora risultano, rispettivamente, 6, 71 e 11". "Questo significa – sottolinea 'Quattroruote' – che circa 294 chilometri di autostrada su 443 (ossia i due terzi del percorso) hanno un limite di velocita' uguale o inferiore a 80 km/ora. Dopo Eboli, in un tratto con tre corsie per senso di marcia (e con corsia d'emergenza), dove l'autostrada e' in apparenza perfetta, c'e' per oltre cinque chilometri un limite di 80 km/ora. Inoltre nel tratto finale (a due corsie) dell'autostrada, dopo Bagnara, ce n'e' uno ancora piu' incomprensibile di 40 km/ora che dura per ben dieci chilometri (in buona parte in discesa), contrassegnati da viadotti e gallerie. Chi lo rispetta – conclude la nota – lo fa a suo rischio e pericolo. In questo tratto, infatti, la maggior parte dei camion procede di fatto a velocita' doppia, per non parlare delle auto". (Adnkronos)