• Home / CITTA / La faida di San Luca colpisce ancora

    La faida di San Luca colpisce ancora

    L'omicidio di Antonio Giorgi, di 56 anni, ucciso a San Luca, potrebbe essere inquadrato nella faida di San Luca che da anni vede contrapposte le famiglie dei Nirta-Strangio da una parte e dei Vottari-Pelle dall'altra. E' questa una delle ipotesi su cui stanno lavorando i carabinieri del reparto territoriale di Locri. Allo stato i carabinieri non escludono alcuna ipotesi, ma il fatto che il delitto sia stato commesso a San Luca e le modalita' dell'omicidio (alcuni colpi di fucile caricato a pallettoni sparati da breve distanza), inducono gli investigatori a prendere in considerazione anche l'ipotesi che il delitto possa avere avuto origine nell'ambito della faida. Decisive, in questo senso, saranno le indagini, subito avviate, per chiarire la personalita' di Giorgi. Nell'ambito della faida di San Luca, dopo un lungo periodo di tregua, il 25 dicembre scorso fu compiuto un agguato nel quale una donna mori' ed altre cinque persone, tra le quali un bambino, rimasero ferite.(ANSA).