• Home / CITTA / Duisburg, sei individui sospetti

    Duisburg, sei individui sospetti

    Sono sei le persone sulle quali si sta concentrando l'attenzione degli investigatori italiani circa la strage di Duisburg in Germania, collegata alla faida di San Luca. E' quanto scrive oggi il quotidiano 'Calabria Ora' che fa riferimento ad un rapporto depositato il 13 agosto scorso dai carabinieri ai magistrati della procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria. Nel rapporto, che contiene un elenco complessivo di cinquanta nomi, e' stato individuato l'organigramma, completo di nomi, ruoli ed incarichi, delle famiglie della faida. Su sei dei cinquanta nominativi citati si e' concentrata l'attenzione degli inquirenti i quali ipotizzano, inoltre, che il gruppo di fuoco che ha operato a Duisburg sarebbe partito da San Luca e ne avrebbe fatto rapidamente rientro subito dopo la strage. L'attivita' investigativa in corso e' finalizzata, oltre che a trovare elementi utili per individuare con certezza i killer di Duisburg, anche a scoprire gli eventuali fiancheggiatori che, secondo gli investigatori, sarebbero almeno altre tre o quattro persone. Nell'informativa giunta ai magistrati della Dda si farebbe riferimento anche al coinvolgimento di Marco Marmo nell'agguato di Natale nel quale fu uccisa Maria Strangio, moglie di Giovanni Nirta. Secondo una delle piste investigative della Dda – cosi' riporta stamani il quotidiano 'Repubblica' – Marmo era in Germania per cercare di acquisire delle armi. (ANSA)