• Home / CITTA / Duisburg, scende in campo Procura Nazionale Antimafia

    Duisburg, scende in campo Procura Nazionale Antimafia

    Nell'inchiesta sulla strage di Ferragosto a Duisburg scende in campo la Procura nazionale antimafia, con una collaborazione fattiva alle indagini. Contatti sono in corso tra la Procura nazionale e l'autorita' giudiziaria tedesca per fare luce sulla fase organizzativa ed esecutiva della strage e districare la complessa trama di complicita' su cui hanno potuto contare i due killer che hanno agito a Duisburg armati di mitragliette. Una collaborazione in cui svolge un ruolo attivo anche la Dda di Reggio Calabria, che sin dall'inizio si e' attivata per fornire un supporto concreto per identificare i responsabili della strage. L'accertamento delle responsabilita' connesse alla strage ha anche lo scopo di prevenire una possibile reazione del gruppo Vottari-Pelle contro i Nirta-Strangio, che avrebbero ordinato la strage per vendicare l'agguato del Natale scorso a San Luca in cui fu uccisa Maria Strangio, moglie di Giovanni Nirta, che era insieme alla donna e che avrebbe rappresentato il reale obiettivo dell'agguato. Gli investigatori, tra l'altro, considerano possibile una reazione, anche a breve termine, del gruppo Vottari-Pelle malgrado l'evidente inferiorita' di questi ultimi, sul piano della forza e della potenzialita' offensiva, rispetto al gruppo rivale. ''I Vottari-Pelle, dopo la strage di Duisburg – ha commentato un investigatore – sono sicuramente colpiti ed in grave difficolta', ma sono ugualmente in condizione di reagire e di farlo anche loro in maniera dirompente. Gli sviluppi della situazione, dunque, sono imprevedibili. Cio' che serve e' lavorare concretamente, con indagini mirate, per impedire che questa spirale di violenza registri ulteriori capitoli''. (ANSA).