• Home / CITTA / Duisburg, la denuncia della stampa tedesca

    Duisburg, la denuncia della stampa tedesca

    "Mafia in Germania: entri in pizzeria e il pizzaiolo è un killer": un titolo un po' forte sulla "Bild am Sonntag", l'edizione domenicale del tabloid tedesco più venduto, che dopo la strage di Duisburg, ricorda come il Paese sia un rifugio per le organizzazioni criminali italiane. La mafia spesso assomiglia alla faccia 'oscura' della Luna: "In Germania vivono fino a trenta killer professionisti della mafia sotto falsa identità", secondo quanto l'esperto e scrittore Juergen Roth rivela alla "Bild am Sonntag". Si nasconderebbero nei ristoranti italiani come pizzaioli o camerieri, secondo fonti giudiziarie ben informate della Sassonia citate da Roth. Per i sicari della mafia la Germania è un "paese amico", scrive l'edizione domenicale del quotidiano tedesco. In 41 raccoglitori per documenti si scopre che – secondo Roth – tra le varie scartoffie c'è una lista che contiene i principali venti mafiosi residenti a Lipsia: i loro nomi, le organizzazioni, a chi appartengono, cosa fanno e dove vivono. Altre montagne di relazioni di informatori rimangono da anni inutilizzate sugli scaffali. Ieri le autorità hanno finalmente annunciato che consegneranno i documenti ai pm. Era ora. (Apcom)