• Home / CITTA / Duisburg, Bova: “Necessario colpire patrimoni”

    Duisburg, Bova: “Necessario colpire patrimoni”

    ''Quello che e' accaduto a Duisburg impone una forte controffensiva di legalita' e democrazia per assestare un colpo definitivo al potere delle cosche mafiose nella nostra regione. E' una questione nazionale ed europea, come ha drammaticamente confermato il massacro messo a segno la notte di ferragosto''. E' quanto ha detto il presidente del consiglio regionale della Calabria, Giuseppe Bova, a San Giovanni in Fiore (Cosenza), al termine della manifestazione organizzata dall'associazione 'Heritage Calabria' che lo ha proclamato 'uomo dell'anno'. ''Ma qui – ha aggiunto – siamo tutti chiamati a fare la nostra parte, ciascuno a seconda delle proprie responsabilita' e del ruolo che svolge. E' una sfida immane. Pero', malgrado tutto, io mi sento ottimista. La Calabria puo' ritrovare la forza delle sua antiche virtu', quelle che nei secoli hanno consentito ai nostri antenati di superare i disastri di terremoti sconvolgenti e di rovinose alluvioni, e di ricominciare mille volte dopo tragedie che avrebbero schiantato chiunque''. ''Abbiamo letto – ha proseguito Bova – di stime che sfiorano i 36 miliardi di euro per il volume di affari della 'Ndrangheta, cio' significa che i profitti accumulati al netto da questo cancro che opprime la Calabria ammontano a svariate migliaia di milioni di euro. Ritengo che bisogna partire da questi colossali profitti illeciti per colpirli. C'e' un enorme lavoro da fare su questo terreno perche' i beni sequestrati alla mafia calabrese non rappresentano ancora neppure l'uno per cento di questo volume di profitti e i beni sottoposti a confisca definitiva sono ancora meno''. (ANSA)