• Home / CITTA / VII circoscrizione, approvato regolamento

    VII circoscrizione, approvato regolamento

    Dal capogruppo del Pdm presso la VII circoscrizione del Comune di Reggio riceviamo e pubblichiamo 

    Durante il consiglio della VII Circoscrizione del 20 luglio 2007, fra i vari punti approvati dal Consiglio, c’è il Regolamento sulla gestione delle Commissioni Permanenti di Lavoro. Unico problema è che tale regolamento non è nuovo ma una copia sbiadita di quello del 2002, approvato dall’allora consiglio e predisposto attraverso uno studio approfondito della normativa dal sottoscritto, in quanto non esisteva alcun atto che disciplinasse le sedute delle commissioni permanenti di lavoro.
    Durante il Consiglio è stato spacciato come nuovo un regolamento sulle commissioni permanenti di lavoro che non è altro che il regolamento predisposto dal sottoscritto e votato nel 2002, con l’aggiunta di un breve articolo sulla presenza del vice presidente nella commissione (possibilità negata nel 2001 con parere dal segretario generale del Comune di Reggio Calabria) e con modifiche minimali evidenziate fra l’altro da una mia attenta analisi. Nonostante il mio tentativo di mediare per votare solo le modifiche al regolamento, dando atto del lavoro precedentemente svolto da altri, il centro destra si è intestardito sulle proprie posizioni, escludendo ogni possibilità di confronto e di mediazione circa le modalità di voto. Purtroppo per loro e per la democrazia locale, la destra alla VII Circoscrizione cerca a tutti i costi una visibilità, un segno di presenza nel panorama circoscrizionale, senza conoscere bene la materia e senza consultare chi, dopo un’esperienza quinquennale, ha un’idea chiara sia sulle minime modifiche da apportare al testo originario, sia sulle modalità per intervenire qualora non si debba scrivere una nuova norma, ma solo modificarne una già esistente. Lo dimostra anche la votazione del regolamento interno del consiglio circoscrizionale che, solo dopo un pressing del centro sinistra, è diventata non tanto un’approvazione quanto una semplice presa d’atto visto che è stato totalmente confermato quello del 2002.
    Ma quello che lascia delusi dalla destra alla VII Circoscrizione è l’apparente apertura al confronto che poi contrasta con l’individualismo e con la voglia di ribalta dei consiglieri della maggioranza che cercano disperatamente di lasciare un segno, plagiando il lavoro certosino del centro sinistra nella precedente legislatura. Massima comprensione sulla mancanza di esperienza, ma la mancanza di umiltà non può essere tollerata. A dimostrazione dell’apertura del centro sinistra la decisione di votare all’unanimità l’elezione dei presidenti delle commissioni permanenti di lavoro e la nomina dei membri delle commissioni.
    Si può dire che come inizio non è dei più confortanti ma c’era da aspettarselo dopo una campagna elettorale senza esclusione di colpi bassi, condotta con un’arroganza che si protrae anche in questi primi momenti dell’attività del consiglio.
    Come esponente del centro sinistra, mi auguro di poter fare un’opposizione costruttiva, presentando proposte per il miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini, e controllando che siano garantite le minime regole di democrazia in un dibattito politico che tenga al centro dell’attività amministrativa il cittadino e le sue esigenze.
    Certo che se il buongiorno si vede dal mattino, questa amministrazione di centro destra ha iniziato col piede sbagliato sminuendo di fatto l’operato della precedente amministrazione ed appropriandosi senza un serio confronto del lavoro svolto in questi anni dal centro sinistra.

    Domenico Paino
    Capogruppo Partito Democratico Meridionale
    VII Circoscrizione