• Home / CITTA / “Why not”, appunti destinati al Sismi trovati a casa di un indagato

    “Why not”, appunti destinati al Sismi trovati a casa di un indagato

    "C'e' un filone ancora tutto da approfondire che riguarda alcuni appunti destinati al Sismi, il servizio segreto militare, trovati in casa di un perquisito". Lo scrive il settimanale "Panorama" anticipando i contenuti di un articolo sull'inchiesta "Why Not" della Procura di Catanzaro, di cui e' titolare il pm Luigi De Magistris, che sara' pubblicata nel numero in edicola da domani. "E' Pietro Scarpellini il perno dell'inchiesta di Catanzaro che in questo momento coinvolge il presidente del consiglio Romano Prodi", scrive ancora il settimanale, aggiungendo che "le ultime piste investigative che portano a Scarpellini, il 'consulente di Prodi' come lo definisce la procura, sono alcuni viaggi in Libia e un reticolo di utenze telefoniche riconducibili a San Marino". "I consulenti dell'accusa -prosegue 'Panorama'- hanno gia' realizzato una relazione preliminare sugli affari di questo 'impiegato' della societa' sanmarinese Pragmata, fondata negli anni Novanta da un gruppo di ex uomini di Nomisma, il pensatoio bolognese fondato da Prodi. Gli investigatori stanno passando al setaccio le operazioni finanziarie di Scarpellini e sono partite le richieste di rogatoria per studiare i movimenti bancari sanmarinesi. Sta collaborando con la procura anche l'ufficio antiriciclaggio della Banca d'Italia". "Gli inquirenti stanno cercando di decifrare le missioni all'estero di Scarpellini che con il figlio Alessandro viaggia tra San Marino e il Nordafrica, dove i due svolgono i loro buoni uffici di consulenti per l'area del Maghreb del primo ministro. In particolare in Libia, dove avrebbero molti interessi. E sul consulente romagnolo De Magistris avrebbe -sostiene 'Panorama'- una testimonianza che illustrerebbe nei dettagli il 'sistema Scarpellini'". "Nell'inchiesta sul comitato d'affari -scrive ancora 'Panorama'- e' coinvolto un altro personaggio considerato vicino a Prodi Franco Bonferroni, tra l'altro consigliere della Finmeccanica. De Magistris indaga anche sul ruolo dell'azienda (che ha come azionista il ministero del Tesoro) negli investimenti in Calabria, in particolare nei progetti da realizzare con i contratti di area e di programma nell'ex area Sir di Lamezia terme e nell'area del crotonese". (Adnkronos)