• Home / CITTA / Nicolò su finanziamenti Atam

    Nicolò su finanziamenti Atam

    Il consigliere regionale di Forza Italia, Alessandro Nicolò ha depositato una mozione con la quale chiede di “concedere all’Atam, azienda di Trasporto Pubblico Locale di Reggio Calabria, l’incremento dell’offerta di trasporto pubblico urbano nella città dello Stretto”.
    “Si tratta, in particolare, – spiega Nicolò – di attribuire all’Atam, secondo quanto contenuto nell’accordo del programma di esercizio approvato dalla Giunta comunale, ulteriori 729.500 bus-Km annui. Con un preciso obiettivo: adeguare l’offerta di trasporto alla domanda dei cittadini, avvicinando così la città di Reggio agli standard chilometrici concessi dalla Regione alle altre città calabresi. E non per ragioni di campanile – tiene a ribadire Nicolò – ma semplicemente per garantire su tutto il territorio della nostra regione, omogeneità ed efficacia del servizio, senza penalizzare né tantomeno favorire alcuna realtà a dispetto dell’altra”. Una richiesta quella di Nicolò che “vuole dare risposte concrete alla crescita della domanda di mobilità nella città dello Stretto. Una crescita connessa sia alle nuove localizzazioni residenziali che all’ampliamento dei servizi civili (università, porto, aeroporto, polo sanitario, centro direzionale) con pesanti ripercussioni sulla congestione del traffico”.
    “Tassello fondamentale della crescita socio-economica e dello sviluppo di un territorio, il sistema dei trasporti – sostiene Nicolò – deve incontrare la domanda di mobilità in tutto il territorio della nostra regione. Allo stato, invece, non sfugge che molte aree, specie quelle raggiungibili con maggiori disagi, siano sguarnite di un servizio di mobilità”.
    “In uno Stato sociale degno di questo nome – lamenta Nicolò – occorre assicurare una diffusione capillare del servizio di trasporto soprattutto nelle zone meno servite per venire incontro ai disagi di quanti, anche in condizioni fisiche di difficoltà, sono costretti, non avendo mezzi alternativi, all’isolamento e all’emarginazione. E’ anche con queste denunce – spiega Nicolò – che si dimostra vera vicinanza delle Istituzioni ai più elementari e pressanti bisogni dei cittadini”. 
    Per Nicolò “sul piano dell’offerta del servizio di trasporto pubblico, esiste, allo stato, un’inammissibile disparità tra Reggio Calabria e le altre città capoluogo di provincia della nostra regione. Eppure, Reggio sia per popolazione residente che per estensione di superficie comunale  è la prima città calabrese. Un dato, quest’ultimo che non è stato assolutamente tenuto in considerazione dalla Giunta Regionale la quale con delibera del 16.10.1998 nr. 4997 ha disposto un decremento del quantitativo di trasporto urbano concesso all’allora azienda municipalizzata (AMA) con tali risultati: allo stato attuale, Reggio ha un indice di dotazione (Km. per abitanti) del servizio di trasporto pubblico locale  pari a 17,60 bus/km per abitante, inferiore di gran lunga a quello di Cosenza pari a 29,9,bus/km e di  Catanzaro pari a 24,06 bus/km”.
    “Alla luce di tali dati, assolutamente oggettivi, e quindi non di posizioni arbitrarie e campanilistiche, auspico che il Consiglio regionale approvi al più presto la mozione da me presentata anche al fine di sensibilizzare su questo tema tutti gli organi competenti”.