• Home / CITTA / Il Senato conferma divieto di allevamento per animali da pelliccia

    Il Senato conferma divieto di allevamento per animali da pelliccia

    L’Aula del Senato ha bocciato stasera, a stragrande maggioranza, l’articolo 16 del Disegno di Legge “Comunitaria 2007” con il quale si sarebbe cancellato il divieto di allevamento di animali “da pelliccia” dal 1° gennaio 2008. Divieto ristabilito dallo stesso Senato appena sei mesi fa nella conversione del Decreto legge “Milleproroghe”.
    “Grazie a senatori di tutti i gruppi siamo riusciti a far approvare gli emendamenti soppressivi presentati da Verdi e Rifondazione comunista, fermando così li subdolo tentativo di un settore in agonia commerciale, di ripristinare la pena di morte per oltre 300 mila visoni e un numero imprecisato di cincillà, allevati ogni anni in Italia” dichiara Gianluca
    Felicetti, presidente della LAV.
    “Il voto odierno è coerente con le simili decisioni prese da altri Paesi, come Inghilterra, Galles, Scozia, Austria, Olanda e Svezia, e con il programma di Governo, messo in discussione da un emendamento presentato dalla Senatrice Leana Pignedoli dell’Ulivo, approvato in Commissione il 5 giugno scorso. Questi allevamenti pieni di sofferenze ora devono chiudere definitivamente” conclude Felicetti.