• Home / CITTA / Dopo “W l’Italia diretta” interpellanza di Angela Napoli al Ministro

    Dopo “W l’Italia diretta” interpellanza di Angela Napoli al Ministro

    Interpellanza a risposta scritta al Ministro della Giustizia, Mastella, da parte di Angela Napoli, dopo la trasmissione "W l'Italia diretta", trasmessa ieri sera da Locri.

    “Il territorio della Locride in Calabria – scrive la parlamentare- è rimbalzato alle cronache nazionali dopo il delitto del Vice Presidente del Consiglio Regionale, Franco Fortugno; delitto, peraltro, a tutt’oggi impunito rispetto ai reali mandanti e movente; pur tuttavia quel territorio è stato sempre permeato dalla presenza di storiche cosche della ‘ndrangheta, che ancora oggi permangono e che sono divenute artefici di ingenti traffici di droga e di armi e che, contemporaneamente, hanno saputo inserirsi negli appalti e nella pubblica amministrazione; sempre nel territorio della locride si sono registrati numerosi delitti e casi di lupara bianca, molti dei quali rimangono a tutt’oggi impuniti; per quanto sopra l’interrogante ritiene che sia indispensabile, più che mai in quel territorio, l’efficienza dell’Amministrazione della giustizia”. “Nella trasmissione “Wl’Italia diretta”, andata in onda martedì 17 luglio 2007, alle ore 21.00, su RAI3 – continua Angela Napoli – è emersa una situazione, veramente preoccupante ed allarmante, del Tribunale di Locri; le immagini televisive, accanto alla preponderante presenza di figure di magistrati, seppur preparati, ma al primo incarico, hanno evidenziato carenza di personale Amministrativo, e di adeguate attrezzature nonché l’allocazione di pratiche di archivio e di attrezzature inutilizzabili, a dir poco, in locali veramente vergognosi; l’interrogante è a conoscenza che la costruzione della nuova sede del Tribunale di Locri risulta bloccata a causa di negative informative antimafia che hanno coinvolto le ditte aggiudicatici dell’appalto; quanto emerso nella citata trasmissione televisiva è davvero vergognoso per l’intera Amministrazione della giustizia e non può che continuare ad aumentare sfiducia nei cittadini, evidenziata, peraltro, dall’assenza degli stessi alla trasmissione in diretta dalla piazza del Tribunale di Locri; numerose sono state, in passato, le rassicurazioni del Ministro della Giustizia sulla positività delle condizioni interne al Tribunale di Locri, ma le immagini televisive hanno evidenziato ben altra situazione”. Napoli chiede “quali urgenti iniziative intenda attuare al fine di garantire l’efficienza all’interno del Tribunale di Locri nonché la dignità e l’immagine dell’intera Amministrazione della giustizia”.