• Home / CITTA / Arresti: estorsioni tra il 2 ed il 3%

    Arresti: estorsioni tra il 2 ed il 3%

    I vertici della cosca Libri pretendevano il pagamento di una tangente estorsiva pari al 2-3% del valore complessivo di ogni opera o lavoro, pubblico o privato che fosse, realizzato a Reggio Calabria. E' uno degli aspetti emersi nel corso dell' inchiesta coordinata dalla Dda di Reggio Calabria e condotta dalla squadra mobile che stamani ha portato all' arresto di 15 persone. La cosca, oltre a estorcere il denaro alle imprese, imponeva anche che per la realizzazione delle opere, le aziende si rivolgessero alle ditte di riferimento ed in particolare alla Realcementi di Bruno Crucitti, di 48 anni, uno degli arrestati. Secondo l' accusa, la cosca Libri operava tra i Comuni di Reggio Calabria, Villa San Giovanni e Motta San Giovanni, con lo scopo di controllare il territorio e le relative attivita'. (ANSA)