• Home / CITTA / Sequestrati beni a cosca Iamonte

    Sequestrati beni a cosca Iamonte

    Sei aziende, una villa e tre automobili, per un valore complessivo di circa un milione di euro, sono stati sequestrati dalla polizia di Stato a Melito Porto Salvo, nel reggino. I beni, secondo gli investigatori, sono riconducibili alla cosca 'Iamonte'. Il provvedimento di sequestro e' stato emesso dai magistrati della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria. Le aziende sequestrate riguardano principalmente la produzione e la commercializzazione di carne e prodotti agricoli. Il Tribunale di Reggio Calabria ha inoltre accolto la sospensione temporanea dell'amministrazione di una delle sei societa'. La villa sequestrata, che ha annesso un ampio terreno, era l'abitazione di Antonino Iamonte, di 56 anni. Le indagini che hanno portato al sequestro dei beni hanno avuto inizio dopo l'operazione della polizia di Stato e coordinata dalla Dda di Reggio Calabria chiamata 'Ramo Spezzato'. Nell'operazione fu scoperto un vasto commercio di carni ed animali vivi diretti alla macellazione anche abusiva gestita da personaggi di rilievo della cosca Iamonte. (Ansa)