• Home / CITTA / “Why not”: sono due gli indagati appartenenti ai servizi

    “Why not”: sono due gli indagati appartenenti ai servizi

     Sono due le persone collegate ai servizi segreti indagate nell' inchiesta della Procura della Repubblica di Catanzaro, sulla gestione di finanziamenti pubblici, nei confronti delle quali sono state eseguite perquisizioni. Si tratta di Brunella Bruno, di 31 anni, in servizio al Cesis, il Comitato esecutivo per i servizi di informazione e di sicurezza, e Massimo Stellato, di 44 anni, capocentro del Sismi a Padova. Nei confronti di Brunella Bruno viene ipotizzato il reato di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie di truffe in Calabria ed in altre regioni. Lo stesso reato viene ipotizzato nei confronti di Stellato, con l' aggiunta della violazione della Legge Anselmi sul divieto di costituzione di associazioni segrete. Stellato, insieme al fratello, Gianmario, indagato per i suoi stessi reati, avrebbe fatto parte della Loggia di San Marino, la loggia massonica coperta attorno alla quale ruotava il gruppo di potere trasversale la cui attivita' e' al centro dell' inchiesta condotta dal sostituto procuratore Luigi De Magistris. (ANSA)