• Home / CITTA / “Why not”: Saladino voleva una banca

    “Why not”: Saladino voleva una banca

     C' era anche la creazione di una banca tra i progetti di Antonio Saladino, l' ex presidente della Compagnia delle Opere della Calabria, il cui ruolo e' oggetto dell' inchiesta della Procura di Catanzaro sul comitato d' affari che avrebbe fatto truffe utilizzando illecitamente fondi pubblici. L' argomento e' oggetto di una serie di conversazioni telefoniche riportate nel decreto di perquisizione emesso dal sostituto procuratore Luigi de Magistris tra Saladino e varie persone. Una delle conversazioni, in particolare, e' tra l' esponente della Compagnia delle opere e Gianmario Stellato, una delle venti persone indagate nell' inchiesta, fratello di Massimo Stellato, capocentro del Sismi a Padova. Nella conversazione si fa riferimento ai contatti che Gianmario Stellato ha avuto con alcune persone disposte a investire diecimila euro ciascuno per la creazione della banca. (ANSA).