Home / CITTA / Giustizia: La Calabria avrà i magistrati di cui ha bisogno

Giustizia: La Calabria avrà i magistrati di cui ha bisogno

Il vice presidente del Consiglio
Superiore della Magistratura, Nicola Mancino, in seguito alla
richiesta del Presidente della Regione Calabria, Agazio
Loiero, ha disposto una serie di provvedimenti per la
copertura dei posti vacanti negli uffici giudiziari
calabresi. Loiero – e' scritto in una nota dell'Ufficio
Stampa della Giunta regionale – aveva chiesto al senatore
Mancino di esaminare la grave carenza strutturale ed
organizzativa in cui versano gli Uffici giudiziari della
nostra regione.
Mancino ha comunicato, con una propria
lettera, al Presidente Loiero i provvedimenti che si
intendera' assumere.

''Ti comunico – scrive Mancino – che la terza Commissione,
in riferimento alla tua nota del 14 novembre 2006, ha
condiviso l'esigenza di provvedere con la dovuta
considerazione e sollecitudine all'adozione dei provvedimenti
necessari per la copertura dei posti vacanti presso gli
uffici giudiziari calabresi''.

Loiero aveva inviato a Mancino anche copia della delibera
con la quale la Giunta regionale gli aveva dato mandato di
farsi promotore di un'iniziativa straordinaria presso il vice
presidente del Csm affinche' si adottassero le misure
necessarie alla copertura dei posti vacanti tra i magistrati,
nei ruoli degli uffici giudiziari calabresi.
Nella delibera
viene evidenziata la situazione di allarmante recrudescenza
di atti criminosi che incidono sul proficuo sviluppo delle
attivita' economiche e impediscono l'instaurarsi di un
normale clima di legalita' democratica.
Inoltre – e' scritto
ancora nella delibera – gli uffici giudiziari della regione
denotato una grave carenza di organici e di strutture che si
riverbera sullo smaltimento dei procedimenti civili, penali e
avanti alla giustizia tributaria, sul progresso delle
indagini e sulla definizione dei processi in materia di
criminalita' organizzata.
Infine, nella delibera si da
mandato al presidente Loiero di convocare anche ''una
conferenza di servizi straordinaria con il ministro della
Giustizia e con le altre autorita' competenti, per
predisporre un piano di interventi attraverso i quali
offrire, in via straordinaria, la fattiva collaborazione
della Regione al piu' efficace funzionamento degli uffici
giudiziari e prevedendo anche l'utilizzo di personale
regionale e gli ulteriori strumenti amministrativi ritenuti
opportuni''. (ASCA)