• Home / CITTA / Sarra (An): “Mancato rifinanziamento decreto Reggio lesivo aspettative città

    Sarra (An): “Mancato rifinanziamento decreto Reggio lesivo aspettative città

    Il capogruppo in consiglio regionale di An, Alberto Sarra, interviene sul mancato rifinanziamento, da parte del Governo, del "decreto Reggio". questa la sua nota integrale:

    “Senza soluzione di continuità. Dalle promesse elettorali al varo della finanziaria, un susseguirsi incessante di clamorose smentite, che con il mancato rifinanziamento del decreto Reggio ha raggiunto la sua fase apicale.
    Esempio eclatante delle gravissime discordanze tra i decantati tentativi “formali” di cambiamento e gli effettivi obiettivi politici ed istituzionali che questo centrosinistra dimostra di voler perseguire.
    La decisione del governo Prodi di dichiarare inammissibile l’emendamento presentato da Alleanza Nazionale a firma dell’On. Valentino, riguardante il rifinanziamento del decreto Reggio costituisce un atto gravemente lesivo delle legittime aspettative della città di Reggio Calabria.
    Al di là delle devastanti constatazioni oggettive sull’assoluta non rispondenza tra le  dichiarazioni dell’On. Prodi afferenti la Calabria “figlia prediletta” e le successive decisioni di non accoglimento in finanziaria per “connotazioni localistiche” dell’emendamento per il rifinanziamento del decreto Reggio, sarebbe “istruttivo” conoscere in merito,le motivazioni della Deputazione reggina al Governo. Deputazione di estremo rilievo, con esponenti politici ai vertici dei maggiori partiti della coalizione, a far da “garanti” in un governo che puntualmente sconfessa con il proprio operato gli impegni assunti e rispettati sino ad oggi, nei confronti di Reggio.
    Nella fattispecie, il Governo Prodi non ha perso l’occasione per acquisire un ulteriore elemento qualificante. E’ il primo governo in sedici anni a rifiutare il rifinanziamento al Decreto Reggio.
    Un rifiuto politico che avrà conseguenze devastanti per Reggio e per l’Amministrazione comunale che ha anticipato le somme necessarie per evitare il blocco dei lavori per la realizzazione  delle opere legate al Decreto Reggio.
    Evidente la finalità politica.
    Il mancato rifinanziamento tende ad inficiare nella sostanza , è il caso di dirlo, i punti nodali del programma dell’Amministrazione Scopelliti, in primis nell’esigenza, vitale per la nostra Città, di garantire continuità agli interventi pubblici per completare l’indispensabile opera di riqualificazione e consentire a Reggio di riappropriarsi della Sua identità.”