• Home / CITTA / Mi Manda Rai3: caduta di stile secondo OdG Calabria

    Mi Manda Rai3: caduta di stile secondo OdG Calabria

    ''Capita che anche una
    trasmissione impegnata e seria, condotta da un giornalista
    capace ed intelligente, abbia qualche caduta di stile''.
    E'
    quanto viene affermato in una nota dell'Ordine dei Giornalisti
    della Calabria in relazione alla trasmissione televisiva 'Mi
    manda Raitre', in onda ieri sera, che ha affrontato una vicenda
    legata ad un programma dell' emittente privata Ten-Teleuropa
    network di Cosenza.

    ''Nel corso della trasmissione – sottolinea la nota – la Tv
    cosentina, nella quale lavorano fior di professionisti e che e'
    da sempre considerata una delle televisioni private calabresi
    piu' impegnate sul terreno dell'informazione, e' stata
    aspramente criticata per la presunta mancata consegna di un
    premio (un viaggio) al vincitore di un reality sperimentale.
    A
    prescindere che in studio al ragazzo interessato e' stato
    consentito di dire tutto cio' che voleva, finanche che ai
    concorrenti era stata data da bere acqua non potabile, mentre
    all'esponente di Ten presente e' stato concesso poco piu' di un
    minuto per 'difendersi', cosa grave e' che il conduttore della
    trasmissione, prendendo spunto dal caso in discussione, si sia
    arrogato il diritto di ironizzare sulla serieta', l'impegno e la
    storia dell'emittente e della sua redazione''.

    ''L'Ordine calabrese – conclude la nota – esprime
    solidarieta' piena al direttore di Ten, Attilio Sabato, e alla
    redazione tutta nella convinzione che anni ed anni di lavoro
    serio e diuturno non possano e non debbano essere sviliti da un
    giudizio apodittico e superficiale espresso senza conoscere a
    fondo uomini, strutture e cose''. (ANSA).