• Home / CITTA / Dopo intimidazione assegnata scorta a Domenico Fortugno

    Dopo intimidazione assegnata scorta a Domenico Fortugno

    Il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica di Reggio Calabria, convocato d'urgenza dal prefetto Luigi De Sena, ha disposto l'assegnazione di una scorta per il fratello di Franco Fortugno, Domenico, direttore amministrativo dell'ospedale di Siderno ieri vittima di una intimidazione, una bomba a basso potenziale esplosivo scoppiata davanti al suo ufficio. Il comitato ha anche disposto un rafforzamento delle misure di protezione già in atto nei confronti di Maria Grazia Laganà, vedova del vice presidente del consiglio regionale calabrese ucciso nell'ottobre 2005, destinataria insieme al cognato di minacce scritte in una lettera trovata vicino al luogo dell'esplosione. Intervistata dal Tg3, la deputata dell'Ulivo ha commentato: "L'episodio mi ha inquietato ma non mi ha abbattuto, nel senso che se loro avevano pensato di intimorirmi , per mollare, non hanno raggiunto il proprio scopo. Io andrò avanti sempre per la ricerca della verità sull'omicidio di mio marito ma soprattutto per avere giustizia per tutte quelle vittime di mafia che ci sono nella nostra zona e che da troppo tempo stanno aspettando. C'è una campagna di delegittimazione ma, per fortuna, sono i fatti e la vita mia e della famiglia Fortugno che porteranno alla verità. Questo tentativo è stato maldestro e di basso livello". (Apcom)