• Home / CITTA / Bova: “Vogliono dimostrare che possono colpire chiunque”

    Bova: “Vogliono dimostrare che possono colpire chiunque”

    bova''Una bomba a basso potenziale e una lettera per dire a chi va l'avvertimento. Tutto questo e' avvenuto oggi in un corridoio dell'ospedale di Siderno. Fatto gia' gravissimo in se', diventa poi piu' che inquietante quando i destinatari dell'intimidazione sono l'on. Maria Grazia Lagana' e il dott. Domenico Fortugno, moglie e fratello del povero Franco''. A sostenerlo e' stato il Presidente del Consiglio regionale della Calabria, Giuseppe Bova. ''Vogliono dimostrare – ha aggiunto – che possono colpire chiunque, quando e come lo vogliono, anche chi ha la simpatia e la vicinanza vera dei calabresi onesti e il sostegno attivo di tutte le istituzioni democratiche. Ancor piu' dopo il 16 ottobre dello scorso anno, niente puo' essere sottovalutato in Calabria e verso la Calabria''. ''La mia solidarieta' e la mia amicizia alla famiglia Fortugno – ha concluso Bova – ci sono tutte. Aggiungo solo che mi adoperero', assieme al Presidente della Regione, come esplicitamente chiede l'Assemblea calabrese, perche' venga sancito al piu' presto col Governo nazionale, cosi' come per Napoli, il nuovo patto per la sicurezza in Calabria''. (ANSA).