• Home / CITTA / Truffa ai danni dello Stato: 6 denunce

    Truffa ai danni dello Stato: 6 denunce

    La Guardia di finanza ha sequestrato uno stabilimento industriale nella Piana di Gioia Tauro nell'ambito di un'inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Palmi che ha portato all'accertamento di una truffa per circa due milioni e mezzo di euro ai danni dello Stato e dell'Unione europea in relazione all'indebita percezione di fondi concessi con la legge 488. Le persone denunciate sono imprenditori che svolgono la loro attivita' nell'area di Reggio Emilia: C. G., di 58 anni, di Parma; B. F. (50), di Milano; C. F. (50) di Fidenza (Parma); C. E. (67), di Reggio Emilia; N. L. (31), di Nola (Napoli) e G. G. (44), di Salsomaggiore Terme. Lo stabilimento sequestrato e' quello della ''Doors e Windows'' per la realizzazione del quale era stato erogato il finanziamento oggetto dell'inchiesta. Il Comando provinciale di Reggio Calabria della Guardia di finanza, nell'ambito della stessa operazione, ha anche sequestrato quote ed azioni sociali di altre societa'. Il sequestro e' stato disposto dal gip del Tribunale di Palmi su richiesta del procuratore della Repubblica di Palmi, Vincenzo Lombardo, e del sostituto procuratore Alberto Cianfarini. I reati contestati agli indagati sono truffa aggravata ai danni dello Stato e dell'Unione europea ed emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti. Secondo l'accusa, inoltre, al fine di gonfiare le spese sostenute, gli indagati avrebbero predisposto una complessa e fittizia serie di cessioni all'estero tra Italia, Gran Bretagna e Spagna. (ANSA).