• Home / CITTA / Regione, l’Udc propone mozione di sfiducia

    Regione, l’Udc propone mozione di sfiducia

    L'Udc ha rotto gli indugi ed alza il tiro chiedendo lo scioglimento del Consiglio regionale sotto forma di mozione di sfiducia

    "La situazione politica – si legge in un documento approvato dall'Udc – ci obbliga ad assumere le necessarie determinazioni in merito al livello crescente di instabilita' politica e di inefficienza amministrativa che continua a caratterizzare la maggioranza che sostiene il governo Loiero, soprattutto dopo l'apertura formale di una clamorosa, ma non inattesa, crisi ad opera dei Ds, primo partito del centrosinistra, con cui si e' definitivamente sancito il fallimento dell'esperienza di coalizione che sostiene l'attuale esecutivo regionale. Vista l'inefficienza amministrativa di questa maggioranza di centrosinistra ad un terzo della legislatura ed al fine di ridare slancio e ripristinare l'operativita' dell'istituzione regionale superando le difficolta' e i ritardi accumulati dal governo di centrosinistra, che ha fallito tutti gli impegni di rinnovamento e di qualita' di governo assunti nei confronti della Calabria e dei calabresi, la direzione regionale dell'Udc delega e da' mandato al segretario regionale di porre in essere le necessarie iniziative politiche ed istituzionali per determinare l'anticipata interruzione della legislatura, in primo luogo sottoponendo agli alleati di centrodestra una specifica mozione di sfiducia da presentare in Consiglio regionale e sulla cui necessita' ha espresso piena condivisione il Gruppo consiliare regionale nell'unanimita' dei suoi componenti"