• Home / CITTA / La Fiamma calabrese rinnova i propri vertici

    La Fiamma calabrese rinnova i propri vertici

    Avvicendamento alla guida della Fiamma calabrese. Nei giorni scorsi il segretario nazionale della Fiamma Tricolore, On. Luca Romagnoli, preso atto di quanto deciso in seno alla segreteria calabrese ha nominato il reggino Fortunato Tripodo nuovo coordinatore regionale.
    Tripodo classe ’56, libero professionista già componente della segreteria nazionale e Presidente dei revisori dei conti del partito, succede a capo della Fiamma regionale a Domenico Barbitta.
    L’intento è quello di dare una radicale accelerata alla riorganizzazione del partito sull’intero territorio calabrese per porlo nelle condizioni di recuperare il terreno perso durante questi ultimi anni.
    Punto focale per la riorganizzazione del partito in Calabria è per Tripodo il ruolo dei giovani fino ad oggi troppo ignorati dalla classe dirigente che non ha saputo dar loro un valido punto di riferimento. Una Fiamma Tricolore che dovrà tornare a parlare di politica alla gente e che si configura come la sentinella del sociale.
    A tal fine e per la determinazione della linea politica a livello regionale, il primo provvedimento del neo-commissario è stato quello di indire le assemblee provinciali delle federazioni calabresi, la prima delle quali si è svolta domenica 12 novembre a Catanzaro per tastare con mano e in prima persona l’attuale situazione del partito nella provincia del capoluogo.
    La riorganizzazione che verrà messa in atto da Tripodo prevede l’apertura a breve di una serie di sezioni su tutto il territorio regionale. Si inizierà il 24 novembre a Reggio Calabria e il 25 a Rossano per poi proseguire con l’apertura delle sezioni di Cittanova e Serra S. Bruno.
    Per quanto riguarda Reggio in particolare l’apertura della nuova sede in Via Marvasi, in pieno centro storico, alla presenza del segretario On. Romagnoli, rappresenta il ritorno della Fiamma in città dopo un’assenza prolungatasi per troppo tempo.
    L’ambiente è vivo e si muove; di ciò sono chiaro segno i primi contatti con gruppi provenienti dall’esterno e di cui l’adesione è in via di definizione.
    Sviluppo, lotta alla criminalità ed emergenza abitativa saranno i punti su cui si focalizzerà l’attenzione della Fiamma calabrese. Proprio per quest’ultimo verrà a breve presentato con una conferenza il progetto del Mutuo Sociale che vedrà la Fiamma in piazza a Reggio Calabria il prossimo 24 novembre.