• Home / CITTA / Imprenditore reggino vittima di macabro delitto

    Imprenditore reggino vittima di macabro delitto

    E' stato ucciso con
    un colpo di pistola Salvatore Varone, l'imprenditore di 44 anni,
    di Melicucco, frazione di Palmi (Reggio Calabria), il cui corpo
    carbonizzato e' stato trovato ieri nel bagagliaio della sua
    Mercedes data alle fiamme nelle campagne tra i Comuni di
    Grottaglie e Montemesola, nel tarantino.
    Varone, sposato e padre
    di tre figli, aveva precedenti penali per reati finanziari ed
    era titolare insieme con i fratelli di una ditta di trasporto di
    agrumi che ha filiali in diverse localita' d'Italia.
    Era nel
    tarantino per lavoro e risultava scomparso da domenica scorsa.
    Dalle indagini finora compiute, e' emerso che Varone e' stato
    ucciso prima con un colpo di pistola e poi rinchiuso nel
    bagagliaio dell'automobile, che e' stata poi incendiata.
    Nel
    bagagliaio, per l'esattezza sotto il cadavere, e' stato trovata
    l'ogiva del proiettile. Le indagini della polizia sono dirette
    dal sostituto procuratore della Repubblica presso il tribunale
    di Taranto Ida Perrone, che non ha ancora disposto l'autopsia
    anche perche' – viene fatto notare – lo stato del cadavere
    renderebbe inutile l'accertamento.

    Le indagini della squadra mobile in queste ore si stanno
    concentrando sui contatti che Varone ha avuto con persone del
    tarantino: per questo la polizia avrebbe chiesto l'acquisizione
    dei tabulati dei telefoni della vittima.(ANSA).