• Home / CITTA / A Rutelli un appello da CGIL per il Museo Nazionale

    A Rutelli un appello da CGIL per il Museo Nazionale

    ''Il Museo Nazionale di
    Reggio Calabria che ospita opere e reperti archeologici di indubbio
    valore (dai Bronzi di Riace alla cosiddetta testa del filosofo, dai
    pinakes alle tele di Antonello da Messina e di Mattia Preti fino al
    neo arrivato Kouros), a causa della carenza di personale di custodia,
    non e' nelle condizioni di consentire quotidianamente l'apertura di
    tutte le sale.
    Cio' si traduce per il visitatore che, regolarmente
    paga il prezzo intero del biglietto, nell'impossibilita' di ammirare i
    2/3 delle opere esposte''.
    E' quanto affermano, in una lettera aperta
    inviata al ministro per i beni culturali, Francesco Rutelli, Francesco
    Ali', Segretario Generale, Cgil Reggio Calabria e Luigi Veraldi,
    segretario generale Fp-Cgil Calabria, i quali segnalo che ''le carenze
    di organico rappresentano un'ingiustizia per un territorio soffocato
    dalla disoccupazione e del lavoro nero''.

    Da qui l'invito al ministro a recarsi a Reggio Calabria ''per
    discutere e cercare di risolvere queste problematiche. Le esporremo –
    scrivono i due sindacalisti della Cgil – la nostra piattaforma per lo
    sviluppo partendo dalle nostre ricchezze archeologiche, artistiche,
    paesaggistiche e climatiche.
    La invitiamo a Reggio per un confronto,
    per avere delle risposte, per restituire – concludono – alla citta'
    prospettive di rilancio e speranza''. (ADNKRONOS)