• Home / CITTA / Scopelliti incontra lavoratori Fata Morgana

    Scopelliti incontra lavoratori Fata Morgana

    Il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti ha incontrato questa mattina a Palazzo San Giorgio una delegazione di lavoratori della società mista Fata Morgana i quali hanno manifestato al primo cittadino preoccupazione per il proprio futuro occupazionale.
    All’incontro con Scopelliti hanno partecipato il Presidente della consiglio di amministrazione della Fata Morgana Demetrio Logoteta, i rappresentanti sindacali aziendali ed i sindacalisti Postorino, Romeo e Barillà rispettivamente della Cgil, Cisl e Uil.
    La preoccupazione dei lavoratori e sindacalisti nasce, a loro dire, a causa della vendita di una parte delle quote private della società Fata Margana ad altro soggetto privato. La società, è bene ricordare, è formata per il 51% da capitale pubblico ed il rimaneste 49% da capitale privato. L'attività prevalente è la raccolta differenziata per la quale opera in 18 comuni: Scilla, Villa San Giovanni, Campo Calabro, Fiumara, San Roberto, Calanna, Laganadi, Santo Stefano in Aspromonte, Sant'Alessio in Aspromonte, Cardeto, Reggio Calabria, Motta San Giovanni, Montebello Jonico, Melito Porto Salvo, Roghudi, San Lorenzo, Bagaladi e Roccaforte del Greco.
    Scopelliti, dopo aver ascoltato il presidente del consiglio di amministrazione, i rappresentanti dei sindacati ed i lavoratori ha assicurato massimo impegno del Comune di Reggio, per quanto di competenza, a garantire i livelli occupazionali dell’azienda, nel caso in cui la società dovesse avere difficoltà “così come abbiamo fatto – ha aggiunto il primo cittadino – quando i lavoratori dalla Ecotherm transitarono alla Fata Morgana assicurando loro il lavoro che precedentemente avevano svolto nella vecchia società di appartenenza”. In tutto l’azienda ha alle proprie dipendenze circa 80 lavoratori, di cui 33 si occupano di raccolta differenziata nel territorio del comune reggino.
    “E’ prematuro parlare adesso di difficoltà aziendale – ha inoltre aggiunto il primo cittadino – anche se capisco e comprendo la vostra attenzione per il potenziale problema. In ogni caso, tra le varie ipotesi che andranno a garantire il livello occupazionale dei lavoratori che si occupano della raccolta nel nostro territorio c’è la possibilità di far svolgere altri servizi alla Fata Morgana”.
    Il Presidente del consiglio di amministrazione della Fata Morgana Demetrio Logoteta ed i sindacalisti hanno ben accolto le ipotesi formulate dal primo cittadino che garantirebbero, come detto, i livelli occupazionali esistenti. (ROTO SAN GIORGIO)